×

3 abbinamenti vincenti con il pecorino che non conoscevi

Dopo avervi dato quelche dritta su come abbinare il formaggio di capra in cucina (LEGGI ANCHE: “3 abbinamenti vincenti con il caprino che non conoscevi” e “Altri 3 abbinamenti vincenti con il caprino che non conoscevi”) é il momento di passare agli abbinamenti con il pecorino semi-stagionato e stagionato.
Tutti conosciamo gli abbinamenti classici entrati nella nostra cultura gastronomica. Ormai, che il pecorino si sposi bene con le pere, è cosa nota, basti pensare al proverbio del contadino che non deve sapere quanto è buono il formaggio con questo frutto. Oltre che con le pere sappiamo che il pecorino si sposa bene con le noci, il miele e il prosciutto crudo.

Ma le accoppiate vincenti sono finite qui? Assolutamente no, ci sono alcuni abbinamenti vincenti con il pecorino che sono meno famosi, ma non per questo meno vincenti.
Insomma dei 3 abbinamenti vincenti con il pecorino che vi proponiamo oggi, ce ne sono due che sono parte nascosta della nostra cultura e uno che è una rivelazione straordinaria. Scopriamoli allora!

Pecorino semistagionato e basilico

A primo impatto questo abbinamento ci dice poco o niente. Ma basta pensare a una delle salse più famose della cucina italiana per cambiare subito modo di vedere le cose e far nascere dentro il più classico dei “Ma certo! Perchè non ci ho pensato prima?”. Stiamo parlando del pesto alla genovese.

Oggi, sempre più spesso, viene fatto con il Parmigiano Reggiano e senza aglio per dare un gusto più delicato e meno intenso. Ma la ricetta originale vuole accanto al basilico, ai pinoli e all’olio extravergine d’oliva, proprio l’aglio e il pecorino.
L’abbinamento tra basilico e pecorino funziona sia se questo è crudo sia se questo è cotto, ma il sapore del latte che ancora è presente nel pecorino crudo rende il matrimonio fantastico. Quindi, come rendere effettivo questo incrocio di sapori? Beh è estate e i piatti freddi vanno per la maggiore. Dunque un’insalata o una pasta fredda, magari con l’aggiunta di qualche pomodorino datterino potrebbe essere un’idea vincente. Mentre in primavera o in inverno che ne direste di un bel piatto di pici con la fonduta di pecorino, il pepe e qualche foglia di basilico?

Pecorino stagionato e fichi secchi

Il pecorino quando è fresco ha ancora delle forti note di latte e dei sentori erbacei. Quando invece stagiona e matura il bouquet di aromi si trasforma. A un odore di percora più intenso si aggiungono note di frutta secca. Abbiamo accennato ad un abbinamento perfetto e noto con le noci e con il miele. Ma il pecorino stagionato si sposa bene con tutta la frutta secca e il suo sapore sapido si incastra alla perfezione con un sapore più dolce.

E quale è il frutto secco per eccellenza che racchiude in sè entrambi queste caratteristiche? I Fichi secchi naturalmente. Quindi, in questo caso immaginate di servire il più classico degli antipasti freddi: un vassoio con il pecorino. Ma invece che le classiche confetture di cipolla o il miele in accompagnamento, provate a sistemare sopra a ciascuna fettina del vostro formaggio un pezzetto di fico secco. Non rimarrete assolutamente delusi!

Pecorino semistagionato e frutti di mare

Questo è l’abbinamento più sorprendente in tutti i sensi. Sia quando se ne sente parlare, sia quando lo si assaggia.
Accostare il pesce e il formaggio ci sembra un’eresia, che rompe un dogma, una regola sacra che ci insegnano fin da piccoli. Insomma chi di noi mette il formaggio su un bel piatto di tagliolini allo scoglio? Nessuno, giustamente. Ma se si riesce a bilanciare i sapori, a creare un equilibrio, scoprirete uno degli abbinamenti più azzeccati con il pecorino che esistano.
Andando fuori dall’Italia notiamo che sono numerosi i piatti in cui l’abbinamento con il formaggio stagionato (anche vaccino) è presente: l’aragosta alla Termidoro, soufflè e quiche.
Naturalmente noi non vogliamo certo copiare i nostri cugini francesi, ma possiamo adattare la nostra tradizione a questo abbinamento.
E così per provare vi consigliamo di preparare un brodetto di pesce tipico della costa adriatica a aggiungere dei piccoli ravioli ripieni con ricotta di pecora e fonduta di pecorino di Pienza Semistagionato. Rimarrete a bocca aperta!

LEGGI ANCHE:


[recaptcha size:compact theme:dark]

×