×

Altri 3 abbinamenti vincenti con il caprino che non conoscevi

Quark Cheese

Nell’articolo “3 abbinamenti vincenti con il caprino che non conoscevi” (LEGGI) abbiamo aperto gli occhi su possibilità di accostamenti di cibi insoliti in cucina. Sappiamo che utilizzare i formaggi in cucina è una consuetudine che si tramanda da generazioni. Insomma il parmigiano sulla pasta o nelle gratinature in forno, la mozzarella nella pizza o nella parmigiana di melanzane.

Però di fronte a formaggi diversi, con una struttura importante e un sapore deciso come il caprino siamo più in difficoltà. Abbiamo scoperto che il caprino si sposa bene con l’aglio e vi abbiamo dato una ricetta da provare per poterlo verificare in prima persona, con il cioccolato e con le albicocche secche. Ma non è finita qui ci sono ancora tanti alimenti che si accostano magnificamente al caprino. Oggi abbiamo scelto di svelarvi degli accostamenti che potrete utilizzare in piatti freschi ed estivi. Siete curiosi di sapere quali sono? Cominciamo allora!

Caprino e capperi

Questo è un abbinamento che non esalta i due cibi per contrasto ma per somiglianza nei sapori. Il matrimonio vincente si deve alla presenza di un acido che da sapore ai capperi.

Si tratta dell’acido caprico che è presente in piccole quantità nel cappero, ma che accresce il suo sapore quando il cappero viene raccolto. L’acido caprico in purezza ha un sapore pungente di caprino, ma visto le piccole quantità presenti in questo splendido frutto, se ne ha solo un piccolo sentore. Ma se accostate i capperi, un caposaldo nella cucina mediterranea, ad un caprino fresco, vedrete che il sapore del formaggio verrà piacevolmente esaltato e acquisterà intensità.

Dovete però stare attenti a mantenere un equilibrio delicato. I capperi devono essere una sorta di esaltatore di sapore del caprino, quindi aggiungetene una quantità tale da far si che il loro sapore non domini su quesllo del formaggio. Provate questo accoppiamento in una pasta fredda o in un’insalata, magari con dei capperi non trattati ovvero che non siano stati conservati sotto sale o sott’aceto. Vedrete che quest’accoppiata sarà vincente e stupirà piacevolmente i vostri ospiti.

 

Caprino e anguria

Questo abbinamento è diverso dal precedente, perchè qui la qualità vincente dell’accoppiata sta nel contrasto tra i due cibi. Il caprino grasso e salato e l’anguria fresca e dolce si trovano a meraviglia.

Caprino e anguria non sono un abbinamento così inconsueto, dato che nelle squisite insalate greche se ne fa largo impiego da tempo. Inoltre in questo abbinamento a differenza del precedente potrete stare anche più tranquilli nel trovare l’equilibrio. Infatti entrambi gli alimenti hanno una loro forza e una loro tendenza a essere protagonisti. Il risultato è una corsa a chi crea la sensazione più piacevole in bocca, boccone dopo boccone. L’uno spegne e accende l’altro creando nel vostro palato un mix sapori e aromi molto gradevoli. Provate il caprino e l’anguria in un’insalata fresca e gustosa, magari assieme a olive e perchè no, unendo i capperi dell’abbinamento precedente.

Vedrete che il risultato è veramente interessante. Un ultimo consigli, se preparate l’insalata che vi abbiamo indicato preparate gli ingredienti separatamente e uniteli solo quando li dovete servire in tavola. Infatti il sale del caprino e delle olive “tira fuori” acqua dall’anguria, con il rischio di trasformare la vostra insalata in una zuppetta.

Caprino e lamponi

Mentre i primi due accostamenti li abbiamo pensati per antipasti, primi o per piatti unici, l’abbinamento caprino lampone è perfetto per un dolce. I lamponi si abbinano alla perfezione ai caprini freschi, dove il gusto del latte è ancora tangibile e dove si conserva un certo grado di acidità.

Questo è un abbinamento di contrasto tra il dolce acidulo del lampone e il sapore grasso e leggermente salato del caprino che si incontrano sulla nota leggerissima e piacevole di acidità. Provate questo abbinamento in una mousse. Le mousse si fanno con formaggi dalla consistenza molto molle come un formaggio spalmabile ma anche un gorgonzola dolce.

Se il caprino fresco che avete a disposizione non risponde a queste caratteristiche vi basterà farne una fonduta che lascerete raffreddare. Poi vi dovete armare di frusta, panna, zucchero e olio di gomito. Importante che la ostra fondutina di caprino sia molto fredda, così come la panna e la boul dove preparate la vostra mousse. Provate a creare la mousse e un coulis di lamponi (vi basterà schiacciare i lamponi, passarli al colino e zuccherare il risultato). Risultato? Un dolce leggero, originale, fresco e gustosissimo.

×