Formaggio

best-pecorino-pienza-2015Il pecorino di Pienza è conosciuto in Italia già dai tempi dei romani come sinonimo di buon formaggio. All’epoca, in Val d’Orcia si coltivava poco e nei prati crescevano enormi quantità di erbe aromatiche. Oggi i prati naturali sono in gran parte spariti e il terreno agricolo è coltivato con metodi moderni.

Piante spontanee ed erbe aromatiche di varietà diverse fanno in modo che si ottenga un latte più aromatico con cui si produce un formaggio molto saporito.

Quando comprammo le nostre prime pecore nel 1992 la nostra priorità era l’autosufficienza. I primi piccoli passi nella produzione di formaggio si sono però rivelati subito più che soddisfacenti e ci hanno quindi motivato a continuare.

La costruzione di un caseificio professionale per la vendita di formaggio al pubblico, che soddisfacesse i requisiti di legge attuali, dovette però attendere fino al 2003. Nel frattempo abbiamo potuto sviluppare e affinare le nostre competenze di casari. In inverno e in primavera i risultati erano molto convincenti, mentre con il caldo dell’estate sia la produzione che lo stoccaggio erano piuttosto difficili.

Grazie ad un’alimentazione equilibrata delle nostre 200 pecore e 70 capre siamo oggi in grado di produrre un latte nutriente e pieno di sapore. In caso di malattia, i nostri animali vengono curati quasi esclusivamente con prodotti omeopatici.

Nel caseificio della fattoria, con una produzione accorta e attenta tutto l’anno, prepariamo non soltanto il nostro pecorino e il caprino, ma anche una meravigliosa ricotta. La temperatura durante la produzione del formaggio non supera mai i 45° gradi centigradi. Inoltre utilizziamo soltanto caglio e fermenti naturali. Il risultato è un formaggio saporito di latte crudo, con una propria identità e gran carattere, che a secondo del clima e dell’alimentazione degli animali può avere un sapore e aspetto visivo leggermente diverso di stagione in stagione.