×

Polpetta di pecorino con cuore filante, cavolo cappuccio e brodo acidulato

La ricetta che vi proponiamo oggi ha l’obiettivo di stupire i vostri ospiti, sia con il gusto che con gli occhi. Questa ricetta valorizza l’uso pecorino in cucina, eleggendolo a prodotto protagonista di una polpetta dal sapore goloso. Inoltre l’effetto scenografico del brodo che da blu diventa fucsia farà rimanere i vostri ospiti a bocca aperta. Il cavolo cappuccio viola, infatti, è un prodotto con sostanze “termolabili”, che cambiano colore a seconda della temperatura e dell’acidità. In cottura tenderà a diventare scuro, salvo poi riaccendersi di un colore più acceso, a contatto con un acido che può essere il limone o l’aceto per esempio. In questa ricetta abbiamo deciso di utilizzare l’aceto prendendo spunto dalla “scapece”, una marinatura in aceto che viene usata per le verdure fritte. Il risultato sarà un fritto buonissimo ed equilibrato. Non vi resta che sperimentare, provare questo piatto, armandovi di amore e di voglia di stupire!

 

Ingredienti:

  • 250 g. di pane raffermo
  • 1/2 lt. di latte fresco
  • 2 uova
  • Pan grattato
  • 150 g. di Pecorino di Pienza semistagionato grattugiato
  • 100 g. di Pecorino di Pienza fresco
  • 1 piccolo cavolo cappuccio viola
  • 1/2 porro
  • Olio di arachidi
  • Aceto di vino
  • Sale, pepe q.b.

Preparazione:

Per prima cosa private il pane raffermo della crosta e mettetelo in ammollo nel latte fresco per 15 min. Quando il pane sarà morbido, aggiungete il pecorino grattugiato, il sale, il pepe e l’uovo e amalgamate bene il tutto. Lasciate riposare l’impasto per 10 minuti. Nel frattempo tagliate il pecorino fresco a cubetti. Dovete formare, a questo punto, delle polpette sferiche delle dimensioni di una pallina da golf. Nel loro cuore aggiungete il cubetto di pecorino fresco. Dopo di che passatele nel pan grattato (l’umidità del pane bagnato sarà sufficiente per la prima panatura), poi nell’uovo sbattuto per il secondo passaggio e poi di nuovo ne pan grattato. Mettete le foglie esterne del cavolo cappuccio a bollire insieme al porro in poca acqua. Dopo pochi min si sarà creato un brodo dal colore blu elettrico. Tagliate il cavolo a striscioline sottili e lasciatelo stufare in padella con uno spicchio d’aglio, olio e sale. Sfumate con un po’ di aceto e tenete in caldo. E’ il momento di friggere le nostre polpette. Mettete dunque l’olio di arachidi sul fuoco e quando sarà arrivato alla temperatura giusta (180°) tuffate le polpette e tiratele fuori quando saranno ben dorate.

Impiattamento:

Disponete sul fondo del piatto il cavolo stufato in maniera tale da fare un nido. Sopra al nido di cavolo mettete la vostra polpetta e infine versate il brodo blu sul fondo del piatto. Quando portate in tavola schizzate il brodo con poche gocce di aceto e la magia del colore che cambia è servita e stupirà i vostri ospiti.

Vino in abbinamento:

Il Fante

Prodotti in questo piatto:

 

Pecorino di Pienza Stagionato
PECORINO SEMI STAGIONATO
PECORINO DI PIENZA FRESCO
Pecorino di Pienza Stagionato
IL FANTE


[recaptcha size:compact theme:dark]

×